CINOFOLLIA < BAUHOUSE - Agility, uno sport e non solo (di Cristina Mancini)

 

Quella con il cane è l’alleanza più antica che la nostra specie abbia realizzato. Ma è nella quotidianità che la natura generosa del cane trova la sua espressione più autentica, all’interno della famiglia come promotore di comunicazione. La sola presenza di un cane è in grado di assicurare una migliore qualità della vita, di dare un significato profondo alla nostra esistenza, di colmare vuoti relazionali.

E’ importante sapere come avvicinare un cane per avere la sua piena collaborazione, esistono validissimi metodi, ormai scientifici che ci permettono, usando il codice di comunicazione proprio dell’animale, di interagire con successo con loro.
Durante i primi mesi di vita di un cucciolo è fondamentale lavorare molto sulla socializzazione. Incontrare altri cani, in particolar modo cuccioli, permette di migliorare alcuni aspetti del carattere del cane e di poter al contrario eliminare alcuni tipi di paure.E’ molto importante  instaurare con il cane un giusto e sereno rapporto basato su una metodologia di insegnamento che rifiuta la coercizione e la punizione del comportamento scorretto a favore di un rinforzo positivo al momento che il cane esegue ciò che gli stiamo chiedendo. Questo metodo, oggi adottato dalla maggior parte degli addestratori, permette di ottenere risultati molto positivi in tempi minori e soprattutto senza causare stress al cane. Il premio utilizzato diventerà subito la giusta ricompensa e il cane capirà che conviene far bene l’esercizio per ottenere il prelibato bocconcino.

Per creare un rapporto importante con il nostro cane  non basta la normale routine di tutti i giorni, non basta essere Leader, serve di più! serve coinvolgerlo in qualcosa che sia intimo, che sia solo nostro, che ci diverta, che ci faccia essere complici. L’Agility !!

L’Agility è quindi uno sport ma anche un divertimento, un’occasione di svago tanto per il cane quanto per l’uomo, che non lascia spazio alla violenza e all’aggressività perché è basilare con l’agility lavorare in positivo. È comunque necessario un grande rigore. Non si devono tollerare fin dal principio i minimi errori, il cane deve   realizzare che anche se si tratta di un gioco deve rispettare regole precise e non può prendere iniziative. Le conseguenze di negligenza in questo campo sono difficili e lunghe da correggere e possono diventare pericolose per il cane.

Questa meravigliosa disciplina cinofila-sportiva ha chiaramente innumerevoli aspetti positivi: l’impostazione di una stretta simbiosi cane-conduttore; lo spirito di collaborazione, di amicizia e di allegria che caratterizza chi la pratica; la grande varietà delle razze, pure e non, che la possono praticare; la possibilità di svolgerla alle stesse condizioni sia dagli uomini che dalle donne e a qualsiasi età.

Il gioco è la via per stabilire una positiva comunicazione con il cane, per fargli acquisire equilibrio e sicurezza. L’addestramento richiede pazienza, essa va utilizzata perché un dolce addestramento porterà ad un cane felice e fiducioso e pronto a collaborare.

Partecipando alle gare, pur non mancando mai quel clima di competizione, si respira una bella atmosfera, fatta di rispetto reciproco e lealtà dove emerge un sano spirito sportivo; anche perchè la vera sfida non è con gli altri ma con se stessi, con i nostri errori e con i nostri limiti. Ma la vittoria più bella, è vedere il proprio cane che alla fine del percorso scodinzola soddisfatto.  Noi conduttori dobbiamo farci rispettare ma allo stesso tempo dobbiamo stimolare il cane al lavoro, cioè è necessario creare un rapporto di complicità fondato sul gioco e sulla fiducia reciproca, che poi continua anche fuori dal campo d’addestramento.

Tutti conosciamo i pregi di questa disciplina (stare all’aria aperta, fare movimento, mantenere in buona forma fisica e mentale il cane ecc..) però non possiamo dimenticare quanta pazienza, costanza, impegno ci vogliano, specie se l’obiettivo è l’agonismo.

L’Agility è uno sport cinofilo è vero, ma è soprattutto un’attività che permette di creare un legame fortissimo con il proprio cane. Spesso mi sono domandata perchè praticare l’ agility .La risposta  è : perchè è divertente!

Sono importantissimi nel rapporto col proprio cane gli stati d’animo e la complicità con cui il binomio affronta il percorso, la volontà, caparbietà e serietà negli allenamenti e la condivisione dei risultati. Questa sicuramente è la vera agilità!

 

Powered by Dyrecta